ReteLaghi

Acqua per il nostro futuro

Tecnologie pulite per accumulare energia

Cos'è la sostenibilità

E' la capacità di un sistema complesso di poter ritornare nel tempo alle sue condizioni iniziali.
Se oggi non realizziamo progetti sostenibili roviniamo l’ambiente e siamo fritti.
Analizzando bene il concetto di sostenibilità, capiamo che oggi nel nostro mondo di cose sostenibili ce ne sono ben poche.
Esempio 1: un telefono cellulare. Dopo 3 anni si rompe o esaurisce la sua batteria, si porta in discarica ed è un prodotto usa e getta, fatto con materiali rari e non riciclabili. Per cui è sicuramente non sostenibile.
Esempio 2: un'auto elettrica. Dopo 7-8 anni deve sostituire le sue batterie, che non sono per nulla riciclabili e contengono metalli pesanti molto tossici. Per cui è analogo allo smartphone.
Esempio 3: un'auto a benzina. Consuma tanto liquido inquinante durante la sua vita. Produce gas tossici in atmosfera che non sono eliminabili. Per cui è ancora meno sostenibile !
E si potrebbe così continuare all’infinito...
In questo caos di insostenibilità, cosa potremmo fare ?
Molti direbbero: "Non ci resta che piangere ..."
Ma noi non siamo di questo parere.
La regola che ci dobbiamo porre oggi è questa: "Cercare di seguire la natura ed imparare bene i suoi meccanismi. Imitare la natura vegetale ed animale in tutto e per tutto."
Certo. Questo è un concetto semplicistico. Oggi siamo in un mondo super tecnologico..... E' impossibile seguire solo la natura
Invece no ! La tecnologia buona oggi ci deve aiutare per andare verso la natura e seguire le sue leggi !
Per cui dobbiamo scegliere con intelligenza le cose migliori che la tecnologia ci fornisce in termini di sostenibilità. Dobbiamo essere onesti ed essere preparati per non sbagliare più.
Esempio 1: dovremo usare in futuro come produttore di energia il fotovoltaico. Non è perfettamente riciclabile, ma la sua durata è lunga 40 anni. Per cui l’energia che produce in questo periodo ha un vantaggio notevole rispetto all’energia consumata per produrlo. Non è come una batteria che dobbiamo smaltire in discariche speciali, dura poco e richiede una grandissima energia per la sua costruzione. Costruire una batteria richiede spesso un'energia maggiore di quella che ci da. Non è sostenibile !
Esempio 2: usare l’eolico o il micro eolico è, secondo noi, una scelta giusta. Dove c’è il vento !
Esempio 3: se dovessimo accumulare acqua in un grosso serbatoio e sbarrare un fiume con una enorme diga e rischiare danni al territorio in caso di disastri, noi preferiamo creare una miriade di piccoli laghi sostenibili e diffusi che non tocchino i corsi d’acqua. E’ evidente che quest'ultima scelta è più sostenibile. La natura ne sarebbe felice.

Conclusione. Per poter scegliere bene, oggi è indispensabile analizzare, capire, informarsi in modo neutro i sistemi tecnologici che ci circondano. Fare delle scelte sulle situazioni meno impattanti.
Dovremo poi usare questa tecnologia buona in simbiosi con le regole della natura. Solo così certamente andremo verso la sostenibilità.
Con questi presupposti, la frase per il nostro futuro potrà essere: "Non ci resta che ridere…."

La Rete Laghi »

L’acqua nel Pesarese non è un bene infinito!

Spesso sentiamo parlare di acqua nei giornali della nostra Provincia di Pesaro-Urbino in questa normale estate.
Si alternano politici di qualsiasi genere. Affrontano questioni di una tale importanza, senza pensare che l’acqua sarà il primo problema di un futuro già alle porte. E’ già un problema anche oggi per le loro stesse famiglie!. Il futuro è talmente alle porte che tutti abbiamo già notato come il nostro territorio stia cambiando anche nei colori delle campagne e della vegetazione quando l’acqua viene a mancare. La nostra non è una crisi idrica normale o reversibile. Il prossimo anno non andrà meglio. Abbandoniamo questa logica possibilista.
I cambiamenti climatici sono già dentro di noi e ci dicono che dobbiamo fare presto ed in fretta. Fare cose semplici e reversibili. Tutto il mondo vuole questo.
Nella nostra Provincia l’acqua nei fiumi ormai manca per diversi mesi all’anno. Diciamo da giugno a novembre.
Però di acqua ne abbiamo molta negli altri mesi. I nostri fiumi a carattere torrentizio vanno perciò ascoltati.
Dobbiamo solo prendere un pò dell’acqua in sovrappiù che i fiumi ci donano, senza però toccare il loro corso.
Senza fare dighe o sbarramenti. Non ce n’è bisogno! I fiumi sono molto permalosi con chi li tocca!
Non dobbiamo perforare il nostro sottosuolo, in quanto sappiamo bene che tutto ciò ci ricadrà presto addosso. L’ acqua preistorica va lasciata dov’è. Ce lo dice la natura. Ora. In questa Sagra dell’arroganza e dell’ignoranza, dobbiamo finalmente capire che i cambiamenti climatici ci impongono delle soluzioni nuove. La vecchia grande diga andava bene 20 anni fa, forse 30.
Negli ultimi anni, i recenti fatti della Germania ed altri disastri anche nelle nostre zone (vedi rottura della diga di Montedoglio a Sansepolcro alla fine del 2010) ci dicono di trovare una soluzione più SOSTENIBILE e più MODERNA.
Sostenibile vuol dire che dopo 30 anni possiamo riportare il progetto esattamente alle sue origine, senza alcuna modifica.
Una diga è molto meno sostenibile di una rete diffusa di piccoli laghi esterni ai fiumi. Questo lo capisce anche un bambino. Ma non condanniamo chi ha fatto sinora dighe. Dobbiamo solo migliorare la nostra mente, fare un salto per rendere la vita dei nostri figli più bella. Costruire pozzi profondi 300 metri, o giù di lì, significa senz’altro rovinare la falda del sottosuolo. I nostri figli non lo vogliono, in quanto renderemmo ancora più insicure e complicate le loro vite. E’ per questo che il progetto Rete Laghi è nettamente da preferire, anche perché è l’unica strada percorribile in maniera semplice. Va incontro diffusamente ai problemi grandi che ci attendono e cerca di non alterare il territorio.
La Rete Laghi darà lavoro, occupazione, migliorerà agricoltura, migliorerà il cibo. Darò infine più acqua idropotabile a tutti. Tutto ciò si può fare in poco tempo ed in maniera progressiva. E con poca spesa.
Credo non ci sia altro da dire. Dobbiamo solo seguire ciò che la natura ci dice tutti i giorni e pensare ad opere che siano compatibili.

Accumulo energetico dai supercondensatori

In questa parte viene indicato come ottenere autonomia energetica nei fabbricati ed anche autonomia idrica con la Rete Laghi

Leggi »

Cosa sono i supercondensatori

Da leggere

Leggi »

Leggi »

Le portate dei fiumi in Provincia di Pesaro - 31 agosto- NEWS

Abbiamo tanta acqua e non la usiamo !

Leggi »

Problemi dei pozzi profondi - 31 agosto- NEWS

Molto interessante

Leggi »

NEWS 24 agosto -Il racconto del nostro progetto Rete Laghi

Da leggere

Vedi filmato »

NEWS del 23 agosto - I tanti articoli nei giornali degli ultimi giorni - Richiesta al Presidente AATO di dati da parte dell'Assessore Ambiente di Montelabbate (PU)

Da leggere

Leggi »

Per un futuro migliore in agricoltura - a cura del Dott. Claudio Cerioni - 13 ottobre 2021 - PARTE 1 - NEWS

Da Leggere

Leggi PARTE 1 »

Per un futuro migliore in agricoltura - PARTE 2

Da Leggere

Leggi PARTE 2 »

website
tracker